Botox

Le iniezioni di tossina botulinica sono una cura medica con numerose possibilità di applicazione. Tale cura è spesso indicata con il termine botox, dal nome del primo farmaco a base di tossina botulinica (o botulino). Attualmente, esistono in commercio diverse formulazioni di tossina botulinica, che prendono nomi diversi a seconda del paese di distribuzione.Prodotta dal batterio clostridium botulinum, la tossina è responsabile di un'intossicazione alimentare potenzialmente mortale, il botulismo, provocata dal consumo di cibo contaminato (soprattutto conserve fatte in casa e prodotti in scatola). Il meccanismo d'azione del botulino consiste nel bloccare il rilascio di una sostanza chimica prodotta dall'organismo, l'acetilcolina, che trasmette gli impulsi nervosi ai muscoli, regolandone la contrazione e, quindi, il movimento. Senza poter ricevere gli stimoli inviati dal sistema nervoso, i muscoli smettono di contrarsi e si rilassano fino ad arrivare alla paralisi muscolare. Mangiare cibi in cui sono presenti quantità elevate di tossina botulinica può avere conseguenze gravi e provocare la morte per asfissia in seguito al blocco dei muscoli della respirazione. Al contrario, piccole dosi della tossina, iniettate nei muscoli al fine di metterli temporaneamente a riposo, consentono di curare diversi disturbi collegati all'eccessiva o inadeguata contrazione muscolare. L'impiego della tossina botulinica deve essere mirato e accuratamente controllato. Dal primo utilizzo della tossina con finalità curative sono in corso continue ricerche e sperimentazioni per ampliarne i campi di applicazione. Attualmente, le indicazioni terapeutiche autorizzate riguardano soprattutto i settori oculistico e neurologico in cui la tossina è impiegata per la cura di disturbi come lo strabismo, la spasticità, le contrazioni muscolari involontarie (ad esempio delle palpebre), l'emicrania cronica e il trattamento della incontinenza urinaria da iperattività vescicale, soprattutto se causata da disfunzioni nervose.

Cosa fare prima di procedere al trattamento delle rughe

Prima di sottoporsi alle infiltrazioni di tossina botulinica per la riduzione delle rughe è necessario valutarne attentamente i limiti e la sicurezza e sapere che il suo impiego per questa finalità è a pagamento:

Limiti: l'effetto non è permanente non esistono garanzie di ottenere i risultati desiderati il processo di invecchiamento nelle aree del viso non trattate non viene arrestato

Sicurezza: le iniezioni di tossina botulinica devono essere eseguite da medici qualificati ed esperti è indispensabile una perfetta conoscenza dell’anatomia del volto, delle caratteristiche del farmaco e delle tecniche operative, per evitare che la tossina colpisca muscoli sbagliati o si diffonda ad aree adiacenti a quelle infiltrate (come può avvenire nel caso di dosaggi eccessivi)l'iniezione può comportare alcuni rischi e determinare alcuni effetti indesiderati (effetti collaterali).

Come si esegue l'infiltrazione

Il trattamento con la tossina botulinica è effettuato in ambulatorio, iniettando dosi molto basse del farmaco nei muscoli facciali di cui si vuole indurre il rilassamento. Non è necessaria alcuna anestesia poiché le infiltrazioni, praticate con aghi sottilissimi, provocano solo un leggero fastidio, in genere ben tollerato. Il numero di iniezioni dipende dalla grandezza dell'area su cui si deve intervenire e dal risultato che si vuole ottenere. In ogni caso, il trattamento ha una durata complessiva compresa tra i 10 e i 20 minuti.Al termine della seduta si possono riprendere le normali attività. Basta avere l'accortezza di non massaggiare o strofinare le zone trattate e di evitare attività fisiche intense nelle 48 ore successive, per impedire la diffusione della tossina alle zone vicine.

“Nessuno ha il diritto di uccidere la bellezza. Non importa sotto quale forma si presenti. Abbiamo il dovere morale di proteggerla.”

Scrivici per avere maggiori informazioni
Invia su WhatsApp