Depressione

La depressione è un disturbo dell’umore molto diffuso. Ne soffrono circa 15 persone su 100. Si calcola che su 6 neonati, almeno uno soffrirà di depressione durante la sua vita. I sintomi della depressione possono colpire chiunque a qualunque età, ma è più frequente tra i 25 e i 44 anni di età ed è due volte più comune nelle donne adolescenti e adulte, mentre le bambine e i bambini sembrano soffrirne in egual misura.

Tutti abbiamo avuto l’esperienza di una giornata storta, in cui siamo giù di corda, tristi, più irritabili del solito e “ci sentiamo un po’ depressi”. Molto probabilmente non si tratta di un disturbo depressivo, ma di un calo d’umore passeggero.

La depressione clinica invece presenta molti altri sintomi e si prolunga nel tempo.

Nella gente depressa sono frequenti esplosioni di rabbia e mancanza di piacere derivata da attività che normalmente rendono felici, come il sesso. I bambini depressi non hanno i classici sintomi della depressione degli adulti. In questo caso si tratta soprattutto di cambiamenti nelle prestazioni scolastiche, nel sonno, e nel comportamento.

I principali tipi di depressione includono:

Depressione maggiore – cinque o più sintomi devono essere presenti per almeno 2 settimane, ma la depressione maggiore tende a continuare per almeno 6 mesi.
Depressione atipica – si verifica in circa un terzo dei pazienti con depressione. Il sintomo più frequente è il sonno eccessivo.

Distimia – una forma lieve di depressione che dura al massimo due anni.

Altre forme comuni di depressione includono:

Depressione postparto – molte donne si sentono un pò giù dopo aver partorito, è abbastanza rara.
Disordine premestruale – sintomi depressivi che si verificano una settimana prima delle mestruazioni e scompaiono dopo la fine del ciclo.
Disturbo affettivo stagionale, conosciuto anche come meteropatia – si verifica durante l’autunno-inverno e scompare durante la primavera-estate. Probabilmente dovuto alla mancanza di luce del sole.

Le cause della depressione possono essere:

  • Cambiamenti stagionali
  • La morte della persona amata/partner
  • Solitudine
  • Perdita del lavoro/ disoccupazione
  • Conflitti cronici sul lavoro
  • Malattia fisica cronica/dolore cronico
  • Problemi nel dormire
  • Abuso cronico di droga o alcool
  • Determinati farmaci
  • Bassa autostima
  • Isolamento sociale (comune negli anziani)